request a demo

EFFETTI BIOLOGICI

Aumento flusso circolatorio da dilatazione vasale

Aumento del metabolismo cellulare

Azione antalgica per innalzamento della soglia del dolore

Riduzione della rigidita’ articolare

Riduzione della rigidita’ dei tessuti fibrosi

Centro Fisioterapia IFI - Istituto di Fisioterapia Integrata

IPERTERMIAIndicata per le rigidità articolari e le sindromi dolorose post-traumatiche, l’ ipertermia è altresì consigliata per la riduzione dei processi infiammatori, del dolore, per il trattamento dei quadri degenerativi cronici (ove facilita il recupero del range articolare), e per patologie specifiche quali borsiti, talloniti, fasciti plantari, epicondiliti, distorsioni, tendinopatie inserzionali, periostiti, miositi ossificanti, ecc.
E’ noto che il calore è un principio terapeutico che funziona bene in moltissime patologie dell’apparato muscolo-scheletrico,
l’Ipertermia è appunto una tecnica che produce una deposizione di calore più rigorosa e più efficace di quanto ottenibile con le altre tecniche di termoterapia.

In termini un po' più da addetti ai lavori si usa dire che "l’Ipertermia fisioterapica è quella termoterapia che riesce a trattare i tessuti interessati operando nello stretto intervallo di temperatura in cui il calore ha effettivo potere terapeutico ai fini della riabilitazione fisica".

Il calore prodotto in un punto diffonde nei tessuti circostanti per conduzione, ma soprattutto attraverso il sistema circolatorio. Il calore (controllato) agisce sui tessuti producendo: aumento del flusso sanguigno, riduzione dello stato infiammatorio, riduzione della rigidità articolare, riduzione del dolore.

  • Indicazioni terapeutiche:

  • Contratture
  • Contusioni
  • Stiramenti muscolari
  • Lesioni di I° grado
  • Lesioni di II° grado
  • Tendiniti
  • Tenosinoviti
  • Tendinopatie inserzionali

 

 

Centro di fisioterapia integrata IFI Palestrina - Fisioterapia della riabilitazione e dello sport

La salute è il miglior guadagno, la contentezza è la migliore ricchezza, la fiducia è il miglior parente, l'estinzione è la suprema felicità.

Versi della Legge, III sec. a.e.c.Siddhārtha Gautama Buddha